IOTA e ClimateCHECK lanciano la nuova soluzione e partenariato DigitalMRV

Annunci 11 gen 2021

Comunicazioni• 8 dicembre 2020

Da IOTA crediamo nell’impatto positivo delle tecnologie IoT sul nostro sistema economico e sulla nostra vita quotidiana. Tuttavia, spesso è difficile definire con precisione come esse apportino un valore aggiunto nella risoluzione delle sfide quotidiane. Dopo quasi due anni di collaborazione, la IOTA Foundation e ClimateCHECK, fornitore leader su scala internazionale di servizi e soluzioni in ambito climatico e cleantech, sono lieti di presentare un partenariato strategico per ampliare la nostra collaborazione. Lo scopo è quello di creare soluzioni che promuovono un ecosistema aperto in materia di protocolli DLT sostenibili. Siamo altresì lieti di poter condividere i primi risultati frutto della nostra ambizione comune: creare DigitalMRVTM, soluzione in grado di snellire e digitalizzare un processo noto come measurement, reporting and verification (misurazione, notifica e verifica), in breve MRV.

La IOTA Foundation e ClimateCHECK hanno collaborato per varie iniziative, come Climate Chain Coalition o INATBA, mosse dall’obiettivo comune di democratizzare l’accesso alle tecnologie climatiche e di istituire ecosistemi multi-stakeholder che perseguono processi aperti e trasparenti nella contabilità ambientale. Per mobilitare la community globale nella lotta contro i cambiamenti climatici, uno degli strumenti di mercato più importanti sono i crediti verdi e le garanzie, al fine di promuovere investimenti in attività pulite e sostenibili. Attualmente, l’esigenza di avere un elevato grado di garanzia implica processi di certificazione lunghi e onerosi. Specialmente nelle economie in via di sviluppo, i costi proibitivi di tale processo limitano gli incentivi positivi costituiti dalla capacità di ridurre le emissioni carboniche e ottenere crediti verdi.

Tom Baumann, CEO di ClimateCHECK, si è espresso riguardo all’iniziativa: «Ci battiamo per la causa ambientale dal 1998, rivestendo vari ruoli e, dal 2009, ci concentriamo sull’integrazione di soluzioni digitali nei sistemi misurazione, notifica e verifica (MRV). Le innovazioni digitali fanno rapidi progressi e stanno acquisendo importanza nella lotta efficiente ed efficace contro il cambiamento climatico e nei contributi determinati a livello nazionale nel quadro degli Accordi di Parigi. Altri esempi sono le tecnologie ambientali intelligenti, i mercati del carbonio, il meccanismo di adeguamento del carbonio alla frontiera e climate disclosure and finance. Non vediamo l’ora di estendere il nostro partenariato strategico con IOTA e il suo robusto ecosistema digitale per fissare uno standard con DigitalMRVTM e permettere alle generazioni future di abilitare soluzioni innovative in ambito di cambiamento climatico, cleantech e sostenibilità.»

https://blog.iota.org/content/images/2020/12/1_SLMPK-XLbTJU3O1e-mJ0LQ-1.png

Abbiamo dato avvio alla nostra collaborazione con un progetto pilota di 14 mesi che prevedeva l’impiego di DitigalMRV in una centrale di gassificazione in Cile, sito fondato dal governo canadese con l’Environment and Climate Change Canada (ECCC), parte del progetto Reciclos Organicos. IOTA sta collaborando con esperti MRV di ClimateCHECK nonché con Arcadis, ENC Energy, ImplementaSur e con il governo cileno per mostrare come la digitalizzazione delle attività MRV, integrando il protocollo IOTA su dispositivi gateway, possa ridurne drasticamente i costi e migliorare l’uso downstream della certificazione dei crediti verdi introducendo un’unica versione della verità (single version of truth) nella lettura dei sensori in tempo reale. Siamo dell’idea che permettere la fattibilità dei distributed ledger e, soprattutto, dei protocolli accessibili a tutti (permissionless) nell’impegno climatico e nella trasformazione sostenibile dei nostri sistemi economici sia un contributo enorme. Nel corso del processo aggiorniamo i requisiti centrali per istituire un gemello digitale affidabile nella centrale attraverso flussi di dati immutabili e in tempo quasi reale, per svariati sensori presenti in loco.

Franck Portalupi, Manager of Technology Partnerships presso Environment and Climate Change Canada ha commentato il progetto pilota: «Il Canada è orgoglioso di poter sostenere il progetto pilota cileno, che sta mostrando metodi all’avanguardia nel monitoraggio in tempo reale della riduzione delle emissioni. È un esempio eccellente di come il finanziamento del clima canadese stia aiutando altri Paesi nel proprio impegno climatico assunto nel quadro dell’Accordo di Parigi.»

IOTA - Un ledger sostenibile

Dopo tutto, le sfide ambientali riguardano tutti noi. Alla IOTA Foundation siamo convinti che accanto alle sfide vi siano anche opportunità. Integrando la nostra tecnologia nel core di Digital MRV vogliamo rendere queste opportunità accessibili al maggior numero di persone possibile. Diversamente dagli ecosistemi permissioned, la soluzione DigitalMRV sfrutta l’architettura accessibile a tutti di IOTA, mantenendo comunque la privacy dei processi industriali sensibili attraverso i flussi di IOTA. Le soluzioni tradizionali centralizzate in materia di flussi di dati hanno miriadi di single point of failure (punti di vulnerabilità) nei processi e lasciano spazio a manipolazioni lungo il percorso di trasferimento dei dati. Tuttavia, sfruttando le capacità a prova di manomissione, i flussi di dati possono essere protetti dal momento della creazione ed essere trasmessi utilizzando una rete affidabile, accessibile a tutti e senza commissioni. Questo permette un livello più dettagliato di rendicontabilità e trasparenza in tempo quasi reale di questa struttura, beneficiando direttamente la creazione e la verifica di crediti verdi. Il design garantisce inoltre che non vengano introdotte nuove vulnerabilità nei sistemi SCADA (controllo di supervisione e acquisizione dati) esistenti.

L’impiego di dati a prova di manomissione è possibile grazie all’integrazione dei flussi IOTA nel progetto e al tangle di IOTA. Nei flussi di IOTA i dati sono formattati in strutture dati facilmente digeribili, dove i dati sono generati dall’impianto. Sono poi resi sicuri mediante integrazioni crittografiche implementate nelle funzionalità dei flussi e spinti nel tangle di IOTA come meccanismo di trasferimento dati. Il fatto di utilizzare il tangle rende possibile l’accesso in tempo quasi reale ai dati dell’impianto, la traccia a prova di manomissione dei dati generati, un nucleo scalabile estendibile a qualsiasi tipo di dati climatici e un livello di interoperabilità che non richiede costi di base per l'utilizzo o il trasferimento.

In futuro, l’aggiornamento dei crediti verdi affidabili può essere reso possibile attraverso la tokenizzazione degli asset digitali, attualmente implementati nelle funzionalità centrali del protocollo IOTA. Si instaura così un approccio olistico nella creazione di crediti verdi verificabili e nell’incentivazione di una crescita economica sostenibile attraverso la correlazione diretta tra questi crediti verdi e l’impatto che questi profitti hanno sull’ambiente. Nella sua fase attuale, il progetto pilota permette un livello profondo di test di sicurezza intrinseca per nuovi processi di gemelli digitali da costruire, permettendo la creazione di un'unica fonte di verità per i dati ambientali. Inoltre, elimina le preoccupazioni relative alla privacy dei dati dovute all'assenza di un'autorità centrale di hosting, con il duplice vantaggio di eliminare la problematica classica del singolo venditore. Il protocollo IOTA di base è open-source, accessibile a tutti, senza commissioni e scalabile. Questa soluzione può pertanto ampliarsi nell’industria della gassificazione per stabilire nuovi standard e livelli di collaborazione che storicamente sono stati difficili da raggiungere a causa di controversie in materia di proprietà e responsabilità.

Dominik Schiener, co-fondatore della IOTA Foundation: «Da quando abbiamo lanciato la IOTA Foundation ci siamo concentrati sulla creazione non soltanto di un protocollo gratuito, ma anche sull’utilizzo della nostra tecnologia per contribuire a far fronte alle grandi sfide dell’essere umano del 21esimo. Siamo molto fieri che insieme al nostro partner ClimateCHECK e grazie al supporto del Canadian Department of Environment and Climate Change (ECCC) siamo in grado di dimostrare quanto IOTA sia adatto a contribuire ad aumentare la fiducia e ridurre i costi nel settore del cambiamenti climatico, liberando risorse che contribuiscono direttamente all’azione climatica. Non solo si approfondisce il tema del monitoraggio delle emissioni di gas serra di prossima generazione, bensì si sottolinea al contempo l’argomentazione esclusiva di vendita del protocollo IOTA e le sue capacità per l’internet delle cose. La nostra collaborazione con ClimateCHECK ci ha permesso di unire anni di esperienza in materia di standard ambientali con la nostra posizione di pionieri nella combo IoT–tecnologie DLT, per mostrare il potenziale di IOTA quale protocollo sostenibile.»

Speriamo di poter stimolare ulteriori innovazioni all’interno dello spettro di DigitalMRV e di estendere il nostro lavoro a casi d’uso più industriali in altri settori ambientali nonché di includere integrazioni future a progetti più piccoli dal nostro ecosistema, portati avanti dalla community. Inoltre, il valore della digitalizzazione di MRV è maggiore combinando trasferimenti di valore senza commissioni a trasferimenti di dati a prova di manomissione in un singolo protocollo che permette di unificare crediti verdi tokenizzati standard a livello globale.

Infine, il ridotto fabbisogno di risorse che caratterizza IOTA ci permette di riporre fiducia nei dati ambientali elaborati il più possibile al margine (edge computing). Assicurando al contempo che ciò possa crescere utilizzando una tecnologia distributed ledger dalla bassa carbon footprint, grazie al suo modello di consenso collaborativo e al suo design efficiente dal punto di vista energetico.

Prossimi step

Questo progetto pilota rappresenta un ulteriore passo della missione di IOTA di ottenere un internet delle cose sostenibile e di creare soluzioni scalabili e sostenibili collaborando con i nostri partner. Nei prossimi 6 mesi intendiamo lanciare il progetto in ulteriori impianti e in futuro vogliamo anche ampliare la portata e le capacità del progetto insieme a ClimateCHECK e al nostro ampio ecosistema. Restate sintonizzati, nei prossimi mesi seguiranno ulteriori comunicazioni, oppure contattateci se desiderate unirvi alla nostra missione: istituire tecnologie open-source in grado di risolvere le sfide del 21esimo secolo.

Autori: Florian Doebler e Mathew Yarger

Il testo originale in lingua inglese si trova qui: https://blog.iota.org/iota-and-climatecheck-launch-new-digitalmrv-solution-and-strategic-partnership-e3c4f55c8958/

Se avete trovato utile la mia libera traduzione, accetto volentieri delle donazioni 😉

IOTA: ASASUZTJPIASTYQJPPGPJOFQLYEKPA9PFHKBQKZPISVHSWZLLYBWUOHIKCVCSFYBOVPRZMO9TPOUYCWPZC9FEV9MVC

Non garantisco nulla e mi libero da ogni responsabilità.

Tag

Great! You've successfully subscribed.
Great! Next, complete checkout for full access.
Welcome back! You've successfully signed in.
Success! Your account is fully activated, you now have access to all content.